Verifica biglietti

controlloriNUOVA CICLAZIONE

E’ ormai dal 26 Maggio che gli agenti preposti al controllo dei titoli di viaggio, sono fisicamente ed economicamente coinvolti dalla scellerata introduzione della nuova ciclazione turni lavorativi.

La ciclazione è stata avallata e siglata dalla triplice sindacale, fregandosene del parere dei lavoratori coinvolti. Esposto insistentemente il problema agli RSU, sollecitate le SQUA, redatti modelli 48, non è stato colto il malessere, rivelando insesibilità al problema,facendo rimbalzare la responsabilità delle scelte e delle modifiche apportate alla volonta dei lavoratori. Asserendo che nelle assemblee disgiunte tra i vari impianti, messa a votazione, i lavoratori stessi accordavano ed esprimevano parere favorevole alla ciclazione così proposta.

Il settore della verifica ha chiesto ripetutamente a gran voce un incontro per riparare al danno subito, sia alle sigle sindacali ormai sorde, che ai vertici aziendali, ma a tutt’oggi non è pervenuta nessuna risposta o cenno di trattabilità sulla questione.

La nuova ciclazione, prevede di fatto che i 72 lavoratori impiegati come verificatori, sul tutto il territorio di Roma, per tutto il parco macchine di Roma capitale, lavorino su 4 turni ovvero nei seguenti orari:

Mattina 6:10 – 12:40

Turno mamme 9:00 – 15:30

Intermedio 12:00 – 18:30

Pomeriggio 15:00 – 21:30

E’ fatto lapalissiano ed elementare che il residuo numero dei lavoratori non permetta alla ciclazione di “ciclare “ corretamente, soddisfare i congedi o le richieste di cambio turni, di adattare la propria vita ai turni lavorativi. Di fatto per aumentare la visibilità e saziare una richiesta di copertura territoriale, l’azienda con la compiacenza dei sindacati ha voluto allargare la forbice dell’operatività sul territorio della verifica, non aumentando le forze lavorative in campo.

Tutto ciò potrebbe sembrare puerile come problema, ma i lavoratori coinvolti, già sensibilmente invalidati da contrattazini sindacali becere come l’annullamento del R.G. del 1931 n° 148 e la sottomissione all’allegato A, 4° area, si vedono privare dalla busta paga molte indennità spettanti al personale “viaggiante”. Quindi già notevolmente invalidati economicamente, vengono disagiati ancor di più; difatti per rispondere alle proprie esigenge fisiologiche imprescindibili, sono costretti ad espletare i pasti negli orari lavorativi non usufruendo di fatto della mensa, e sono costretti loro malgrado a spendere molti quattrini, esponendosi oltretutto al rischio di rapporti disciplinari e perdendo di professionalita nei riguardi degli utenti.

Per tutto ciò premesso, l’associazione sindacale cambiamenti m410 chiede un incontro imminente, con l’azienda, allo scopo di rimodulare la ciclazione su due turni, mettere fine a questo dispendio economico e fisico di tutto il settore della verifica, o quanto meno discutere per eventuali forme di recupero economico. Crede inoltre che il settore della verifica debba essere riqualificato economicamente e professionalmente poichè è da troppo tempo mal gestito e trascurato, come tutti i settori operativi dell’azienda.

Scritto da: Marco Iavarone membro direttivo Cambia-Menti m410

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *