Un pilastro della Costituzione Italiana; il diritto allo sciopero.

20160320_19565520160320_195635

Credevamo che il “diritto di sciopero” fosse un pilastro della Costituzione italiana. La stessa Carta che conferisce il fondamento della Repubblica sui “lavoratori”. Ma questo appartiene al 1948.

Nel 2016 i lavoratori purtroppo NON SONO TUTTI UGUALI!!!
Nel momento storico in cui i sindacati minoritari escono allo scoperto e dichiarano il proprio dissenso nel pieno rispetto della legge e dei precetti istituzionali ecco che si preannuncia un intervento del governo sul “diritto di sciopero”. Ovviamente si ha la necessità di chiedere aiuto all’organo esecutivo proprio perché i lavoratori stessi HANNO RISPOSTO IN MANIERA COMPATTA AGLI SCIOPERI INDETTI DA SIGLE MINORITARIE. Perché è vero che in democrazia contano i numeri, e per questo si vorrebbe conferire ai sindacati maggiormente rappresentativi la facoltà di proclamare sciopero,  ma è anche rispetto delle minoranze.
Ci stupisce che il presidente della Commissione di garanzia sugli scioperi non ottemperi al suo ruolo di organo “super partes” per chiedere al governo un intervento diretto teso ad arginare lo sciopero quando ad indirlo sono quei sindacati come CAMBIA-MENTI M410, OR.S.A., USB, CUB, SLAI COBAS e via discorrendo, solo perché a livello aziendale non hanno i numeri dei Confederali. Ci sentiamo avviliti nel vedere che si giochi questa partita contro dei lavoratori, invece di renderli partecipi ai processi decisionali aziendali e non solo.
NON CONDIVIDIAMO QUESTO ATTEGGIAMENTO NEL VOLER COMPRIMERE IL DIRITTO DI SCIOPERO PIÙ DI QUANTO NON LO ABBIA FATTO LA LEGGE 146/1990, che in particolar modo nel settore dei trasporti, non si è dimostrata molto risolutiva a derimere le controversie.

ABBIAMO RISPETTATO LE FRANCHIGIE GIUBILARI. ABBIAMO SUBITO E RISPETTATO UNA PRECETTAZIONE. ABBIAMO ACCETTATO UNA COMPRESSIONE NEL SETTORE METRO-FERRO DI UNA DISPOSIZIONE CHE RIDUCEVA FORMALMENTE LA DURATA DELLO SCIOPERO NONOSTANTE NON VI SIA ALCUN ACCORDO TRA OO.SS. E ATAC….

Ma la massiccia adesione ha provocato questo??? Poi non ci stupisce affatto il silenzio dei sindacati maggiormente rappresentativi, quasi ad avallare una linea restrittiva verso chi “non si allinea”.

CONFIDIAMO VIVAMENTE NEI CUSTODI DELLA COSTITUZIONE E DELLO STATUTO DEI LAVORATORI!!!

Author: Cambia-menti M410

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *