Proposte…si può fare!!!

bus-atac-romaNella giornata di martedì 27 gennaio, Simone Ruggeri e Andrea Lucchetti rispettivamente membri del direttivo dell’Associazione Sindacale CAMBIA-MENTI M410 hanno incontrato Enrico Stefàno portavoce Assemblea Capitolina del comune di Roma per presentare due progetti che riguardano il TPL.

Dopo che la dirigenza di ATAC (l’azienda di trasporto pubblico del comune di Roma) ha presentato il piano industriale, dai sindacati non è arrivata nessuna notizia di contro proposte, anche se lo stanno comunque discutendo.

Si continua ad evitare di informare il lavoratore per questioni che riguardano il suo futuro, perché la trattativa potrebbe essere imbarazzante se veramente si sapesse su che cosa si discute

La FILT CGIL non più tardi di due mesi fa, ha pubblicato un lavoro di un consulente esterno, il quale ha mostrato le differenze tra i costi operativi di Milano e Roma. Verrebbe da dire che hanno scoperto l’acqua calda, ma per un azienda come ATAC che naviga a vista con un debito in aumento di un miliardo e 700 milioni, le soluzioni potrebbero essere più efficaci. Nel documento della FILT CGIL, a pie di ultima pagina troviamo la loro proposta, ossia azienda unica regionale e elezioni RSU (Rappresentanze sindacali unitarie).

Risolto il debito di ATAC!

CAMBIA-MENTI M410 ha presentato due lavori quali:

  • Studio approfondito sul Contratto di Servizio e tutte le anomalie che esistono e che causano oltre al disservizio un alto costo operativo senza un minimo di qualità.
  • Il contratto di servizio

L’assenza di controllo sulle parti, il perdurare criterio dell’obiettivo monte km annui, in una città che è una delle più congestionate del mondo.

  • Studio di una Piattaforma per la riorganizzazione del personale viaggiante (in modo particolare nelle giornate festive, come riordinare lo straordinario soprattutto in un momento in cui si sta riorganizzando tutto il servizio e non c’è all’orizzonte nessun segno di assunzione, e tante altre proposte)
  • Piattaforma servizio personale viaggiante ATAC

Ci siamo impegnati in questi progetti perché pensiamo che ci siano i presupposti, laddove ci fosse la volontà da parte della dirigenza, di poter migliorare la qualità della vita di tutti gli autoferrotranvieri e la qualità del trasporto pubblico di Roma come è giusto che sia nel rispetto di tutti i cittadini che ne usufruiscono.

Siamo giovani, non per questo inesperti, e ci mettiamo in discussione, siamo propositivi senza presunzione alcuna.

Noi ce la stiamo mettendo tutta, ci aspettiamo però che ognuno faccia la sua parte.

Perché UNITI SI PUO’… UNITI SI VINCE!!!!!

Author: Cambia-menti M410

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *