Micaela Quintavalle, presentazione del sindacato Cambia-Menti M410

quintavalleBUONGIORNO A TUTTI E GRAZIE DI ESSERE VENUTI.

IO MI CHIAMO MICAELA QUINTAVALLE ED OGGI SONO IL PRESIDENTE DI QUESTA NUOVA REALTA’ SINDACALE NATA DAL NIENTE E CRESCIUTA IMMENSAMENTE, ANCHE SE QUALCUNO SI AUGURA CHE SIA DESTINATA A FALLIRE COME TANTE.

CAMBIA-MENTI M410 E’ IL SUO NOME.

PERCHE’ CAMBIA-MENTI M410?

IL RICORDO MANIFESTO CI RICONDUCE ALLA SETTIMANA DI NOVEMBRE IN CUI UNITI!!!!!!! NON EFFETTUAMMO I TURNI A STRAORDINARIO ATTIRANDO L’ATTENZIONE DEI MEDIA CHE CI PERMISERO DI DENUNCIARE LA MASTODONTICA CARENZA DI PERSONALE VIAGGIANTE DELLA NOSTRA AZIENDA. AZIENDA CHE PRESENTAVA INVECE UN FORTE ESUBERO DI PERSONALE AMMINISTRATIVO PER UNA SEMPLICE E DIRETTA CONSEGUENZA DI QUELLA CHE FU LA PARENTOPOLI POLITICA E LA PARENTOPOLI SINDACALE.

IL RICORDO MANIFESTO CI RICONDUCE ALLA CANZONE DI VASCO ROSSI CHE CI FECE DA COLONNA SONORA IN QUEI GIORNI IN CUI IO, INIZIALMENTE SOLA, INIZIALMENTE GIOVANE DONNA IN UNA AZIENDA QUASI ESCLUSIVAMENTE MASCHILISTA, ORGANIZZAVO UNA RIVOLTA NEL PIENO RISPETTO DI OGNI DISPOSIZIONE E REGOLA CHE NON AVREBBE AVUTO EGUALI NELLA STORIA DELL’ATAC.

MA POI C’è UNA REALTA’ PIU NASCOSTA.

UNA REALTA’ LATENTE CHE PARLA DI RIVOLUZIONE CULTURALE , DI UNA LOTTA SENZA ARMI, MA SOLTANTO RIVOLUZIONE DEL PENSIERO E DELLA PAROLA.

COSA ABBASTANZA PRETENZIOSA ALL’INTERNO DI UNA CATEGORIA COSTITUITA DI ESSERI UMANI SEMPLICI, BUONI ,DISPONIBILI.

UTOPIA REALIZZABILE E DA REALIZZARE ALL’INTERNO DI UNA CATEGORIA ANNIENTATA E DOVE IL DIVIDI ED IMPERA PER 30 ANNI E’ STATA LA PROPOSIZIONE INCONTRASTATA.

PER MESI I GIORNALI MI HANNO DEFINITA LA PASIONARIA DELL’ATAC.

PER MESI IL MIO NOME E’ STATO ACCOSTATO ALL’ESSERE LA LEADER DI UN MOVIMENTO CHE COINVOLGEVA GLI AUTOFERROTRANVIERI D’ITALIA.

INVECE IO, CHE ANCORA DOVEVO FARE I CONTI CON LA SCOPERTA DI QUELLA IDENTITà DI DONNA NUOVA ED ANCHE AI MIEI SENSI SCONOSCIUTA, MENTRE CERCAVO DI DIFENDERMI DA ACCUSE CHE PARLAVANO DI UN BURATTINO I CUI FILI FOSSERO GESTITI DA CHISSà QUALI MANI MAFIOSE O POLITICHE, MI SENTIVO SOLO UNA LAVORATRICE.

UN AUTOFERROTRANVIERE CHE CERCAVA DI DIFENDERE, A CAUSA DEL VUOTO OPPRIMENTE PERCEPIBILE NELLE FIGURE SINDACALI DEL PANORAMA ATTUALE CHE SI PREOCCUPANO PIU DI ANDARE A BRACCETTO CON LE AZIENDE PER OTTENERE INTERESSI PERSONALI PIUTTOSTO CHE RAPPRESENTARE E TUTELARE IL LAVORATORE, UN AUTOFERROTRANVIERE DUNQUE CHE CERCAVA DI DIFENDERE I BISOGNI, LE ESIGENZE ED I DIRITTI DEI SUOI COLLEGHI.

TROPPO SILENTI. TROPPO INERTI. TROPPO IMPAURITI E PER QUESTO RICATTABILI E STRUMENTALIZZABILI.

IL MIO INTERVENTO ALL’ASSEMBLEA DI COLLATINA MI PORTO’ QUALCHE DONO.

UN PO’ DI MINACCE E SVARIATE PROPOSTE.

GRANDI PROPOSTE.

COLPIRE E CORROMPERE LA TESTA PER DISPERDERE LA BASE.

E NON SO QUANTI DI NOI AVREBBERO RIFIUTATO CATEGORICAMENTE TUTTE QUELLE OFFERTE.

INVECE IO CHE NON SONO ASSOLUTAMENTE UNA DONNA SPECIALE HO CONTINUATO A STUDIARE IL GIORNO, A GUIDARE L’AUTOBUS LA NOTTE E A DENUNCIARE TUTTI I SOPRUSI CHE NOI AUTOFERROTRANVIERI FOSSIMO COSTRETTI A SOPPORTARE SU GIORNALI E TELEVISIONI VARIE:

115 GG DI FERIE ARRETRATE

ASSENZA DI RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE

BLOCCO DEGLI SCATTI DI ANZIANITA’

PER GLI OPERATORI DI ESERCIZIO NESSUN PREMIO DI PRODUZIONE

MONTARE SU MARTE E SMONTARE SU VENERE

CARENZA DI PERSONALE OPERATIVO

A PARITA DI MANSIONE DIVERSITA DI SALARIO

PARCO VETTURE INDECENTE CON TUTTE LE CONSEGUENZE AI DANNI DELL’APPARATO LOCOMOTORE

CARENZA IMBARAZZANTE DI SERVIZI IGIENICI CON TUTTE LE CONSEGUENZE AI DANNI DELL’APPARATO URINARIO E GENITALE.

RIFIUTO CATEGORICO DELLA VOLONTA’ DI UNA CERTA POLITICA DI VEDERE NELLA PRIVATIZZAZIONE DELL’AZIENDA LA SOLUZIONE DI TUTTI I MALI.

 

INSOMMA…. ERO UN PUNTINO ETEROGENEO DELLA MASSA. PER ALCUNI.

UN ESSERE PICCOLO E GRETTO IN CERCA DI NOTORIETA’ PER ALTRI.

IL 16 DICEMBRE FU UNA DATA IMPORTANTE.

MI CHIEDESTE DI FARE UN SINDACATO NOSTRO. RIMANERE UNA ASSOCIAZIONE NON AVREBBE CONTEMPLATO UN INTERVENTO SULLE PROBLEMATICHE DI FATTO.

CRISI. PANICO. ED IO PIANSI TUTTO IL TEMPO.

PERO’ ALLA PROVOCAZIONE HO RETTO.

NON SONO SCAPPATA NONOSTANTE FOSSE STATO QUELLO IL PRIMO PENSIERO E DOPO L’INIZIALE SMARRIMENTO OGGI SONO ESTREMAMENTE CONVINTA DELLA SCELTA CHE HO FATTO.

ORA LA DOMANDA E’…. PERCHE’ E’ STATO INEVITABILE CREARE UN NUOVO SINDACATO????

– PER RISPONDERE AL DESIDERIO DI TRASFORMARE IL SINDACATO IN UN POSTO IN CUI ANDARE PER STARE BENE. O ALMENO PER STARE MEGLIO.

– PER TROVARE UNA RISPOSTA FATTA DI LOTTA. DI IDEE. DI SENTIMENTI PER UN SINDACATO CHE OGGI E’ IN MANCANZA. MA ANCHE UNA PROMESSA.

MI CHIESI QUANTI E QUALI OSTACOLI AVREMMO DOVUTO RIMUOVERE PER FARE DI CAMBIA-MENTI IL SINDACATO DELL’UGUAGLIANZA.

CI VOLEVA UN PENSIERO CHE CI PORTASSE A CAMBIARE SGUARDO E PUNTO DI VISTA PER SBARAGLIARE PRIMA DI TUTTIO I LUOGHI COMUNI CHE CI ACCOMPAGNAVANO E CHE CI STANNO DEVASTANDO.

SAPENDO PERO’ CHE IL NUOVO E’ MOLTO PIU IMPEGNATIVO DEL VECCHIO.

CHE CREARE UN SINDACATO SIA MOLTO PIU FATICOSO CHE ESSERE INGLOBATI DA GRANDI SEGRETERIE GIA AVVIATE, PERCHE CREANDOLO NON ACCETTIAMO LE CONDIZIONI DATE.

MA VOGLIAMO CAMBIARLE QUELLE CONDIZIONI PER CREARNE DI NUOVE.

PERCHE QUESTO NUOVO SINDACATO NON SI ADEGUA A QUELLO CHE TROVA MA VUOLE TROVARE QUALCOS ALTRO E DI BUONO SE NE E’ CAPACE.

PERCHE SE NON FAREMO COSI….. SE NON FAREMO QUESTO…. NON CI SARà PIU BISOGNO DI NOI.

PER MANTENERE QUELLO CHE C’E CI SONO GIA’ I VERGOGNOSI SOLITI NOTI.

VANNO BENISSIMO LORO.

METTIAMOCI IN CAMMINO MI DICESTE.

CREDIAMO CHE CI SARA’ PIU DI QUALCHE SORPRESA NEI PROSSIMI TEMPI E LA SORPRESA SAREMO NOI .

OGGI NON C’è PIU SOLO MICAELA QUINTAVALLE.

OGGI C’è UN DIRETTIVO DI 13 PERSONE.

OGGI C’è UNA STRUTTURA SOLIDA E VINCENTE.

OGGI CI SIAMO NOI.

NOI COME ARGINE AGLI ERRORI DEI SINDACATI.

NOI CHE POSSIAMO PRETENDERE TRASPARENZA ESSENDO SEMPLICI SENZA MAI ESSERE BANALI.

NOI CHE POTREMMO FAR ASSUMERE GENTE, SE INSIEME SCOPRISSIMO AD OLTRANZA I TURNI STRAORDINARI.

O SE PRETENDESSIMO L’INTERVENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE PER IL RISPETTO DEL NUMERO MASSIMO DEI PASSEGGERI. PER IL RIPRISTINO COSTANTE DELLA LEGALITA’.

NOI CHE POTREMMO OTTENERE SERVIZI IGIENICI, SE RIENTRASSIMO TUTTI CON LE VETTURE PER ESPLETARE I BISOGNI FISIOLOGICI.

NOI CHE POTREMMO AVERE AUTOBUS NUOVI PER CITTADINI E LAVORATORI, SE FERMASSIMO TUTTI INSIEME IL SERVIZIO AD OGNI GUASTO.

NOI CHE VEDIAMO NELLO SCIOPERO CON LE FASCE DI GARANZIA UNA FORMA DI PROTESTA VECCHIA ED OBSOLETA. ED IN QUESTA OTTICA LA RICERCA DI NUOVE ED INCISIVE FORME DI LOTTA E’ COSTANTE E CONTINUA.

PER UNIRE TUTTI GLI AUTOFERROTRANVIERI D’ITALIA OCCORRE UNA CAPACITA DI ELABORAZIONE E DI INIZIATIVA COMUNE ORIGINALE.

TUTTI LIBERI PERCHE TUTTI UGUALI E PERCHE TUTTI UNITI.

PER ASSURDO POTREMMO DIVENTARE UN’AREA FARO DOVE NON LA FA DA PADRONE LA LOGICA DELL’ASCESA AZIENDALE E DELLA CARRIERA. 

MA DA PADRONE LA FA QUEL CAPITALE DI GENEROSITA DI CUI PARLAVA PER ESEMPIO SARAMAGO. E NON MI SENTO FUORI LUOGO A CITARE QUESTO PERSONAGGIO IN QUESTO CONTESTO.

RISCRIVERE LE REGOLE. DOBBIAMO AMBIRE ALLA FELICITA’ COLLETTIVA. IN AZIENDA CI SONO I MEZZI PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI VITA DI OGNI SINGOLO LAVORATORE EPPURE NON AVVIENE. IN ATAC NON AVVIENE.

SOLO CAMBIA-MENTI SI PUO INTERESSARE A QUESTI TEMI PERCHE C’è UNA SPECIE DI CAPITALE DI GENEROSITA,INTENDENDO COME CAPITALE ONESTA’ INTELLETTUALE E MORALE, SPESSO SVENDUTO O DI CUI SI E’ PERVERTITO IL SENSO, MA LA SCELTA NON PUO ESSERE TRA CAPITALISMI PERVERSI E LIBERISMI SELVAGGI CHE AUMENTANO ESPONENZIALMENTE LE DISEGUAGLIANZE.

CONTRO GLI INTERESSI ANTEPONIAMO VALORI ED IDEALI.

UN ULTIMO SGUARDO ALLE RAPPRESENTANZE.

DA SEMPRE SIAMO CONTRARI ALLA LEGGE ACERBO.

DA SEMPRE SIAMO CONTRARI AL MAGGIORITARIO.

NON POSSIAMO ESIMERCI DALL’ESSERE CONTRARI ALL’ACCORDO TRIPLICE SINDACALE CONFINDUSTRIA.

UNA TESTA, UN VOTO.

PERCHE’ IL SUD AFRICA E LA STORIA DEI PAESI DITTATORIALI ED ASSOLUTISTI INSEGNANO…

 

Scritto da:Micaela Quintavalle Presidente Cambia-Menti m410

 

3 comments

  1. Salve,
    Siamo un gruppo di lavoratori di Zetema, azienda in house di Roma Capitale, vorremmo avere contati con la vostra organizzazione sindacale per poter valutare un percorso condiviso.
    In attesa di contatto saluto cordialmente.

    Angelo Ottaviani
    3282692570

  2. Sarebbe bello vedere sul sito il programma che porterete avanti e le sue modalità di attuazione.

    Sperando che possiate unire le categorie nella lotta per un TPL efficiente, produttivo e sicuro, vi auguro in bocca al lupo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *