L’Azienda di Trasporto Pubblico di Roma

Ancora oggi si fa notare come la grave situazione in cui si trova l’Azienda di Trasporto Pubblico di Roma, frutto delle sciagurate scelte fatte in questi ultimi anni da chi ha governato il Comune di Roma e l’Azienda, non possa ricadere su quei dipendenti che in questo gioco delle parti non ne hanno tratto vantaggio, semmai ne hanno subito le conseguenze.

Dal 2002 al 2010 Atac Spa, Trambus SpA e Metro SpA, hanno beneficiato di una quantità enorme di finanziamenti da parte del Comune, che sono serviti solamente ad aumentare ogni anno il deficit strutturale.

La parentopoli, l’aumento dei dirigenti, la gestione del personale che valorizza la suddivisione dei dipendenti in caste secondo la pratica del clientelismo che tende a garantire il reciproco interesse o il mutuo vantaggio tra chi fornisce i benefici e chi ne ottiene il contraccambio, logiche clientelari e di appartenenza politico/sindacale, gruppi di persone che, pur non detenendo il potere politico, sono in grado di influenzare chi lo esercita per il prestigio di cui gode, per la ricchezza che possiede garantendosi appalti per le forniture di ricambi e servizi, consulenze varie e non necessarie, tutto questo è frutto di scelte manageriali o politiche che devono essere risolte con nuove regole di buona politica.

Trasparenza nelle scelte, rinnovo dei Contratti di Servizio con il Comune e la Regione, pagamento degli arretrati da parte della Giunta Regionale, nuovi vertici che non operino con una visione di breve periodo ma con una strategia definita, che identifichi un serio Piano Industriale attuabile, teso ad un reale e strutturale risanamento dell’Azienda in quanto bene indivisibile della Collettività.

Per questo motivo L’Associazione Sindacale Cambia-Menti m410 cerca di riaffermare i punti principali e significativi del proprio programma, rispetto al tema Mobilità – Trasporto Pubblico Locale, al fine della riduzione dei costi operativi volti al risanamento dell’ATAC sui quali chiediamo alla Giunta di impegnarsi in un confronto costruttivo:

Author: Cambia-menti M410

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *