La libertà di informazione è un pilastro della nostra Costituzione

Non intendiamo tollerare oltre modo una strumentalizzazione mediatica che ha portato e porterà a mettere i lavoratori al pubblico ludibrio. La libertà di informazione è un pilastro della nostra Costituzione e le istituzioni stesse dovrebbero intervenire quando una distorsione della realtà rischia di tramutarsi in piaga sociale.

COMUNICATO STAMPA - MESSAGGEROCOMUNICATO STAMPA | Sono anni che i lavoratori sono oggetto di denigrazioni e trattati come “capri espiatori” di un sistema che sta implodendo.

Lo scorso anno al centro del bersaglio furono i vigili urbani, ai quali va tutta la nostra solidarietà visto che il salario accessorio è trattato come merce di scambio invece di predisporlo come diritto acquisito, ma poco importa … i diritti acquisiti dei cittadini possono essere tranquillamente calpestati e cancellati con una semplice gomma.

Questo fine 2015 ha spostato il “mirino” sugli autoferrotranvieri dell’Atac.

Il motivo? 

Secondo il quotidiano “Il Messaggero”, onde evitare gli straordinari della notturna del 31 dicembre, gli autoferrotranvieri ricorreranno alla donazione del sangue.

Premesso che pur non essendo in possesso di simili informazioni, ci domandiamo come sia possibile che dei dati sensibili vengano in possesso di chi poi ne fa un uso improprio con il solo fine di alimentare nella cittadinanza risentimento verso semplici lavoratori.

Sono anni che gli episodi di esasperazione, in certi casi, culminano con vere e proprie aggressioni fisiche e verbali; post offensivi sui social network e quant’altro.

Si invitano i giornalisti,  che perseguono un fine nobile (IL DOVERE DI INFORMAZIONE) ad avere un comportamento deontologicamente corretto e rispettoso verso chi ogni giorno lavora tra la gente per garantire un servizio pubblico essenziale, che se non funziona è ricercare le cause in qualche palazzo del potere”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *