Il crack del TPL Romano

Dopo due giorni di passione, lo stato in cui versa il trasporto pubblico è palesemente sotto gli occhi di tutti. Ormai è stato reso evidente che gli operatori ed il personale di macchina per anni si sono presi la responsabilità di effettuare servizio con un parco mezzi ferro-gomma vecchio ed addirittura OBSOLETO a parere dell’agenzia della mobilità. È bastato solo far rispettare scrupolosamente le procedure di controllo mezzi ad inizio servizio, e parecchi convogli ed autobus sono rimasti al deposito. Ciò dimostra che è  giunta l’ora che l’amministrazione investa in un servizio degno della città di Roma.

Purtroppo a non rendere giustizia a chi da anni lavora in condizioni vergognose si sono aggiunte anche le dichiarazioni del Sindaco Marino.

Di certo non ci si aspetta che il Sindaco prenda esempio dalla storia e come Petroselli venga di notte nei depositi e nelle rimesse a sentire le vere problematiche dei lavoratori, ma almeno che si faccia scrupolo, da politico di sinistra, prima di rilasciare dichiarazioni a danno dei lavoratori.

Noi dell’ ORGANIZZAZIONE SINDACALE CAMBIA-MENTI M410, siamo intervenuti ai microfoni di Radio Citta Futura e Radio Roma Capitale, denunciando con coraggio le vere problematiche che attanagliano la categoria da anni e che inevitabilmente ricadono sulla cittadinanza.

Abbiamo fatto e rinnoviamo l’appello alla stampa, di non strumentalizzare gli avvenimenti e di cercare invece, con spirito di vera critica e professionalità, cosa la categoria lamenta e cosa vorrebbe che si facesse.

Paragonare i lavoratori di Roma con quelli di Milano e Napoli è come asserire che Roma, Milano e Napoli siano le stesse, sia in termini demografici che urbanistici. E non solo.

Chiediamo a questo punto alla politica ed ai vertici aziendali che venga seriamente inseguito l’obiettivo di colmare il gap del trasporto pubblico romano per arrivare al livello delle altre città europee, assumendosene tutte le responsabilità e senza mai più scaricare sui lavoratori la totale incompetenza. Roma pretende altro…. TOCCA UNO TOCCA TUTTI…..     ORGANIZZAZIONE  SINDACALE CAMBIA-MENTI M410

Author: Cambia-menti M410

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *