Distacco Sindacale

Logo cambiamenti

In vista delle prossime elezioni per il rinnovo delle RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria) si assiste ad un “fenomeno piuttosto bizzarro”, per quanto legittimato dalla legge.

 

 

IL FATTO

Molti attivisti di un sindacato confederale risultano distaccati nei prossimi giorni.

Attraverso il suo profilo Facebook, il Segretario Regionale del sindacato confederale, FILT-CISL Gian Luca Donati, partecipava ad un dibattito, dove alla domanda di uno dei partecipanti (S.C.) “mi spiega perché tutti i suoi sindacalisti e attivisti di Tor sapienza sono in distacco tutta la settimana?” dichiarava “Lo vedrete lunedì pm…..ragazzi io sono libero…  Abbiate solo un pò di pazienza e lunedì capirete….non è solo Tor sapienza è tutta atac/superficie per tutta la settimana….per il momento….”

Il lunedì di cui sopra è riferito all’11 Maggio 2015.

Deduciamo pertanto che in suddetta data, il sig. Donati, comunicherà ufficialmente le motivazioni per cui queste persone usufruiranno del distacco sindacale dalla prossima settimana.

Premesso che in un momento in cui ATAC ha bisogno di personale viaggiante per poter garantire il servizio,  che ha l’obbligo morale e non solo di dover concedere i giorni di ferie visto il pregresso di molti autoferrotranvieri, viste le criticità nel gestire un servizio in difficoltà, ci chiediamo: perché far uscire dalla produzione così tanto personale???

Non intendiamo dire che si stia commettendo un reato/abuso, certo è che per alcuni sindacati la campagna elettorale per il rinnovo delle RSU ha la priorità sulla garanzia e la certezza del servizio da erogare alla cittadinanza.

Per quanto un pensiero che richiami ai principi di etica e di moralità dovrebbero farselo sorgere (nostra modesta opinione).

Chiediamo che si faccia chiarezza e che tali agibilità siano controllate e certificate da ATAC, che ci sia un riscontro dell’impegno giornaliero del distacco assegnato ad ogni sindacalista, in poche parole pretendiamo che sia messo nero su bianco ogni giorno quello che viene fatto e che sia convalidato da prove concrete, come dovrebbe accadere già dalle disposizioni vigenti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *