COTRAL – CAMBIA-MENTI M410 – In COTRAL sul futuro dei lavoratori… scelgono i LAVORATORI!

Cotral1

IN COTRAL SUL FUTURO DEI LAVORATORI …
SCELGONO I LAVORATORI

Qualcuno non ha l’orrore di se stesso.
Qualcuno ancora oggi mente spudoratamente sapendo di mentire.
Riguardo all’articolo del Tempo che porta la firma di Vincenzo Bisbiglia avremmo tante cose da dire.
Innanzitutto ufficialmente ha vinto il 51.9% dei no e non dei si come viene scritto.
Abbiamo inoltre assistito allo spoglio elettorale e ci riserviamo qualche dubbio sull ‘esigua differenza delle preferenze ma ad oggi poco importa.
I lavoratori hanno scelto di dire NO ad una proposta vergognosa che avrebbe portato all’annientamento di ogni diritto.
Il risanamento aziendale non può passare per la polverizzazione del diritto di sciopero.
Il risanamento aziendale non può passare per la polverizzazione della legge parentale o della 104.
Il risanamento aziendale non può passare per la polverizzazione del sacrosanto diritto del lavoratore di essere malato.
Gli autoferrotranvieri non si sono mai rifiutati di fare 37 ore.
Semplicemente chiedono di farle a turno e non con lo straordinario imposto ed esigibile.
Signor Bisbiglia… sarebbe felice di dire a sua moglie che non può sapere se rientrerà a casa alle 21 o alle 24 perché l’azienda non le da preventiva comunicazione?
Credo di no.
Ma lei non può saperlo.
Perché da anni scrive di autoferrotranvieri senza conoscere nulla degli autoferrotranvieri.
Lei non può saperlo perché ignora che vengano considerati presenza i distacchi sindacali.
Inoltre ignora che se fosse passato il Si per l’utenza sarebbe stato drammatico.
Pur di ottenere quel premio e fare giorni di assenza pari a zero i lavoratori si sarebbero messi alla guida di un autobus, con carichi di lavoro aumentati e turni saturati allo stremo, con qualche linea di febbre… con le preoccupazioni del genitore disabile nella mente… col pensiero al figlio lasciato alla baby sitter.
Stendiamo un velo pietoso su altre inesattezze:
Cambia-menti m410 non è una associazione, ma una organizzazione sindacale.
Il Segretario Nazionale, Micaela Quintavalle, non ha mai fatto campagna elettorale al movimento 5 stelle.
Ma come libera cittadina comunicò che avrebbe votato Marcello De Vito considerandolo una persona pura.
La campagna per il NO è stata portata avanti anche da UGL e non solo da Cambia-menti.
Detto questo, le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative potranno indire tutti gli scioperi che vogliono.
I lavoratori non aderiranno.
I lavoratori sono stanchi di pagare col proprio stipendio gli interessi di una oligarchia sedimentati nel tempo.

OGGI LA CATEGORIA C’È

OGGI CAMBIA-MENTI C’È

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *