ATAC – CAMBIA-MENTI M410 – Indennità di rischio Bus snodato.

Indennità Bus snodato

INDENNITÀ BUS SNODATO

Il sindacato CAMBIA-MENTI M410 avanza un’altra proposta in Atac che trova fondamento in altre realtà locali del trasporto pubblico e che vorrebbe far capire l’importanza del valorizzare il lavoro dei propri dipendenti accompagnati da un’adeguata formazione. Proprio da questo partiamo, la formazione. Doveroso specificare subito questo aspetto per impedire a qualche delatore di strumentalizzare una proposta che a noi sembra congrua e da applicare. Atac, come qualsiasi altra azienda, dovrebbe formare continuamente il proprio personale per poi poter conferire dei compiti con le adeguate ricompense. Crediamo, come sindacato, che in una città come Roma portare un autobus sia molto più complicato e stressante che farlo in altre realtà, e con questo non si intende sminuire il lavoro di migliaia di colleghi italiani. Partendo da questo presupposto crediamo quindi che avere una INDENNITÀ PER CHI SVOLGE IL TURNO SU UN BUS DI 18 METRI possa avanzare una richiesta aggiuntiva per il giorno che lavora con un simile autobus. Sicuramente la domanda che qualcuno può legittimamente porsi è se questo crea o meno discriminazione con chi non possiede la patente DE. Qui subentra Atac e la formazione al personale. Come già accaduto in passato Atac dovrebbe permettere, a proprie spese, che i propri dipendenti possano fare dei corsi per la patente utile a condurre gli autobus snodati. Sarebbe opportuno che ogni dipendente abbia libera scelta se avvalersi o meno di questa possibilità, ma così facendo, dando la possibilità a tutti, successivamente Atac e OO.SS. potrebbero incontrarsi ad un tavolo e discutere la concreta possibilità di riconoscere un’indennità aggiuntiva a seguito del servizio prestato con autobus snodato. Questo inoltre permetterebbe al dipendente di avere qualche gratifica in più in busta paga, in un contesto storico nel quale abbiamo visto chiedere ulteriori sacrifici alla categoria per poi assistere tristemente a vicende giudiziarie che lasciano l’amaro in bocca. Inoltre Atac può avere più personale formato e permettersi, in un futuro speriamo prossimo, di acquistare più autobus snodati per quei collegamenti che richiedono una maggior capienza a bordo dei mezzi pubblici. CAMBIA-MENTI M410 sta cercando, consultandosi con i lavoratori stessi, ulteriori soluzioni e proposte per ogni comparto che vede in prima linea il personale operativo che invece di essere la vera risorsa di Atac è sempre più lasciato abbandonato agli eventi della mobilità urbana.

LA SEGRETERIA REGIONALE ROMA E LAZIO

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *